È il tipo di arrosto che non si fa in forno, ma sui fornelli. Pare che il nome derivi non tanto dal tipo di cottura, quanto dall’usanza dei vecchi contadini di ammazzare l’animale interessato e cuocerlo immediatamente.
Ingredienti: un pollo, olio extravergine di oliva, 2 spicchi di aglio, 2 tazze di brodo di pollo, 2 bicchieri di vino bianco, 5 foglie di salvia, sale e pepe, 1 rametto di rosmarino. Adagiare il pollo in un tegame con l’olio, farcire la carne con aglio, salvia e lardo e spolverare di pepe e sale. Rosolare a fuoco vivace, versare il vino bianco, far evaporare e cuocere insieme al brodo di pollo e al rosmarino per una trentina di minuti. Al posto del pollo, si può usare il piccione (vedi) o il coniglio