Grandiosa la vista che si apre dall’alto della Rocca di Radicofani, da cui è possibile vedere tutta la Val d’Orcia e il profilo elegantissimo dell’Amiata, che ispirò il Sassetta nelle sue Nozze Mistiche di San Francesco, oggi al Musée Condé di Chantilly.

Radicofani è circondata da pascoli verdissimi in cui si vedono sempre greggi di pecore e da una riserva naturale, il Bosco Isabella, costruita da Odoardo Luchini e dalla moglie Isabella (da cui il nome) e dalla figlia Matilde a partire dalla fine dell’Ottocento.
Si tratta di un bosco in cui l’elemento naturalistico convive con quello architettonico come nei giardini all’inglese, ma in cui alla natura è lasciato lo spazio per esplicarsi e manifestarsi senza che l’intervento umano la mortifichi in alcun modo.